16 Luglio 2019

[]
news
percorso: Home > news > News Generiche

Una notizia importante per le associazioni

18-01-2013 15:08 - News Generiche
"Una notizia importante per le associazioni che usano i locali delle ex circoscrizioni: oggi è stata approvata all´unanimità in Consiglio Comunale la mozione urgente che vedeva come primo firmatario Diego Petrucci, candidato sindaco per la lista civica NOI Adesso Pis@.
Alle associazioni, negli ultimi tempi, con una delibera della Giunta comunale di Pisa, i locali in questione erano stati concessi a titolo oneroso (non più gratuito come in passato). Inoltre, per il periodo precedente l´approvazione della delibera stessa, erano stati pretesi anche gli arretrati, che in molti casi ammontavano a cifre sostanziose: specialmente se si tiene conto delle formazioni alle quali venivano chiesti, tanto che alcune pensavano perfino di interrompere la loro attività.
La mozione approvata oggi stabilisce che si apra un tavolo con le associazioni interessate, che il pagamento degli "arretrati" venga prorogato di almeno sei mesi e che venga valutata anche l´opportunità di annullarlo."

Mozione approvata all´unanimità dal Consiglio Comunale il giorno 17 gennaio 2013 avente per oggetto:
UTILIZZO LOCALI EX CIRCOSCRIZIONI DA PARTE DELLE ASSOCIAZIONI - PAGAMENTO ARRETRATI

Il Consiglio Comunale di Pisa
Invita il Sindaco e la Giunta Invita il Sindaco e la Giunta a:
1.A prorogare il pagamento degli "arretrati", in riguardo a quanto sopra, di almeno sei mesi.
2.Ad aprire un tavolo con le associazioni interessate.Ad aprire un tavolo con le associazioni interessate.
3.A valutare la opportunità dell´annullamento delle richieste di pagamento per quanto riguarda a valutare la opportunità dell´annullamento delle richieste di pagamento per quanto riguarda gli arretrati.

Fonte: Buoncristiani

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi informativa privacy  obbligatorio