18 Aprile 2019

[]
documenti

Incontro con bancarellai e sen. Matteoli

16-02-2013 - 293,24 KB - Documenti Generici
icona relativa a documento con estensione rtf Incontro con bancarellai e sen. Matteoli

Giovedì 14 febbraio il senatore Altero Matteoli ha partecipato a un´iniziativa organizzata dal coordinamento provinciale del PdL e ha incontrato i bancarellai pisani di piazza del Duomo, preoccupatissimi per il loro futuro. Fra gli altri, era presente una delegazione della Lista Civica "NOI Adesso Pis@", che per voce di Raffaele Latrofa ha illustrato al senatore Matteoli gli ultimi sviluppi sulla vicenda, ribadendo la ferma convinzione che sia necessaria una concertazione politica al fine di raggiungere il doppio risultato di spostare i bancarellai e di non metterli in difficoltá economica.
Dopo anni di tira e molla con l´attuale amministrazione comunale, per i bancarellai si prevede infatti un prossimo sfratto da Piazza del Duomo, destinazione il parcheggio scambiatore di via Pietrasantina. Come è evidente, per oltre quaranta famiglie che vivono di questa attività, il futuro è molto fosco. Nella nuova dislocazione, la loro attività sarà chiaramente penalizzata... e qualcuno teme già di dover chiudere!
La scusa per cui vogliono mandarli via dalla Piazza è che l´Opera del Duomo deve fare dei lavori. Ma i bancarellai hanno fatto eseguire vari studi in proposito e ne è emerso che quei lavori si possono fare senza dover spostare le bancarelle e, al tempo stesso, senza far correre pericoli ai passanti. Basta averne la volontà. Il senatore Matteoli si è impegnato a intercedere per ottenere un accordo.
Questo per l´immediato futuro. Ma c´è un progetto di ben più ampio respiro: usare la zona del Santa Chiara in cui operava il pronto soccorso, già ufficialmente "scorporata" dal complesso ospedaliero, per costruirci una bella struttura che raccolga tutte le bancarelle. Gli operatori del settore non chiedono soldi alla città: sono disposti a investire del loro. Pisa, quindi, non ne avrebbe altro che un abbellimento.
Il trasferimento a Cisanello si sta rivelando più lungo del previsto e nel Santa Chiara, a mano a mano che i reparti si spostano, si vengono a liberare immobili che già da ora sono occupati da senzatetto, con le ricadute del caso. In certe ore, infatti, girare per i vialetti non è affatto piacevole e sicuro. E in futuro forse potrà essere anche peggio. L´insediamento dei bancarellai non sarebbe altro che una garanzia di sicurezza e il primo passo verso la riqualificazione di tutta l´area.
In questo senso la proposta di NOI Adesso Pis@ è quella di consentir loro di trasferirsi (a loro spese) nella zona detta UMI 1 dell´ex pronto soccorso (giá attualmente dismesso). Il senatore Matteoli ha promesso di farsi partecipe di questa istanza nelle sedi deputate.
L´idea folle di ricavare immobili a uso abitativo nell´area del Santa Chiara, con la crisi odierna del mercato di settore, rischierebbe di lasciare invendute strutture dai costi elevatissimi. Nel suo programma elettorale, invece, la Lista Civica "NOI Adesso Pis@" prevede di progettare nella zona un moderno ed efficiente Palazzo dei Congressi, con la disponibilità della Camera di Commercio a finanziare l´opera, un importante volano occupazionale ed economico, in grado di portare nuova linfa al settore del turismo e di far nascere nuovi posti di lavoro. Si tratta di una struttura che possa ospitare congressi di livello europeo (o perfino mondiale), ma anche eventi e fiere di vario genere. Il progetto, fatto da un pool di giovani ingegneri, esiste già, e può essere mostrato a chi è interessato.
Pisa, infatti, ha tutte le carte in regola per divenire una delle capitali europee dei congressi: l´aeroporto in città, un monumento conosciuto in tutto il mondo, l´essere in Toscana, i centri di eccellenza quali Scuola Normale, S. Anna, Università, CNR. È perciò necessario investire in tale direzione, creando le sinergie migliori con tutte le forze in campo e aprendo ai privati.
Il nuovo Palazzo dei Congressi, collocato nell´area del Santa Chiara, sarebbe collegato alla stazione ferroviaria di Pisa San Rossore mediante un tapis roulant coperto, lungo soltanto qualche centinaio di metri. Da questa stazione, in pochi minuti si può arrivare con il treno a Pisa Centrale o all´aeroporto. Per le auto e i bus, invece, c´è il vicino parcheggio scambiatore di Via Pietrasantina. La realizzazione di quanto sopra sarebbe anche un modo per far risparmiare gli 82 milioni di euro necessari a costruire un´opera inutile come il People Mover.


Anna Buoncristiani Fochi

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi informativa privacy  obbligatorio