19 Aprile 2019

[]
documenti

Documento di sintesi Pacchetto Centro Storico

24-04-2013 - 33,00 KB - Documenti Generici
icona relativa a documento con estensione doc Documento di sintesi Pacchetto Centro Storico

ABBIAMO A CUORE IL CUORE DI PISA - Pacchetto Centro Storico
LE PROPOSTE DI NOI ADESSO PIS@

1 - Ridisegnare i confini delle ex circoscrizioni - CTP
 Istituire un CTP (Consiglio territoriale di partecipazione) unico per il Centro Storico, attualmente diviso tra CTP 4 per mezzogiorno e CTP 6 per tramontana.

2 - Assessorato al Centro Storico
 Creare una specifica delega al "centro storico" che si raccorderà con i rispettivi assessori di riferimento per le tematiche di Ambiente, Decoro e Sicurezza.
3- Approvazione Regolamento Comunale per la disciplina delle attività rumorose
 Definire un Regolamento acustico serio ed efficace entro il primo anno di mandato.

4- Pisa città della Quiete
 Divieto di fare musica all´aperto se amplificata elettricamente e con le percussioni;
 Divieto di porre all´esterno dei locali del Centro Storico le casse di amplificazione.
 Promozione del marchio Pisa Città Quiete come vero e proprio brand turistico.

5 - Decentramento del divertimento notturno e delle iniziative in genere
 Dare in concessione attraverso bando pubblico parchi e aree urbane di particolare interesse.
 Favorire lo sviluppo della sponda di Tramontana dell´Arno nella zona Ponte delle Bocchette.
 Favorire lo sviluppo di attività ricreative, locali notturni e di intrattenimento lungo il Canale dei Navicelli.
 Spostare nei loggiati della stazione e in Piazza Vittorio Emanuele, in via sperimentale per un anno, le iniziative previste nei loggiati di Banchi.
 Integrare orari e rete del trasporto urbano.

6 - Aree per Grandi Eventi
Individuare aree idonee per concerti, festival ed eventi di grande richiamo di pubblico, che abbiano una buona viabilità di accesso, ricettività di parcheggio ed possibilmente raggiungibili con i mezzi pubblici.
 Riqualificazione e miglior utilizzo dell´area già presente nella zona di Ospedaletto.
 Litorale: per dare continuità allo sviluppo turistico nei periodi di bassa stagione e prevediamo di organizzare un festival culturale per il periodo estivo.
 Tombolo - nell´area limitrofa alla Stazione Ferroviaria.
 Verificare con l´Ente Parco la possibilità di utilizzare quella fantastica cornice che è il parco di S. Rossore per eventi ed iniziative di elevata qualità.

7- Bandi annuali e graduatoria per gli Artisti di Strada
 bandi annuali per l´assegnazione di spazi specifici al fine di costruire una graduatoria in base all´offerta artistica e alla compatibilità con l´area individuata tra cui inseriremo: Piazza della Stazione (zona limitrofa alla fontana); piazza Vittorio Emanuele; piazza Cavallotti; piazza Dante; piazzale SMS; piazza Manin; Mercato di Via Paparelli; Area Leopolda; piazza Martiri della Libertà.
8 - Modifica e Razionalizzazione delle classi della TARES (Approvato per Bilancio 2013)
 Modificare le classi della TARES per le utenze non domestiche uniformando le classi di appartenenza e rimodulando le tariffe.
 Incentivare i piccoli negozi, gli ortolani, le pescherie, i fornai, i fiorai, i ristoranti e al contempo chiedere di più in termini di TARES, ai locali notturni.
 Promuovere una suddivisione delle classi TARES che vada nel senso di quanto detto.

9 - Limite alla concessione del suolo pubblico
 Autorizzare l´occupazione del suolo pubblico solo a locali dotati di servizi igienici idonei.
 Autorizzare l´occupazione del suolo pubblico solo a locali la cui superficie interna di somministrazione sia almeno 20 mq.
 Prevedere una tariffa COSAP (suolo pubblico) alta nel centro storico e agevolata in altre zone (Stazione, Sponde dell´Arno Ponte Bocchette, Litorale, Canale dei Navicelli).

ZTL - VIABILITA´ - PARCHEGGI
LE PROPOSTE DI NOI ADESSO PIS@
La ZTL rappresenta una conquista di modernità e di civiltà e come tale riteniamo debba essere mantenuta ma occorrerà aggiungere nuovi interventi su traffico, viabilità, trasporti e parcheggi.

1- Individuare parcheggi a ridosso o appena dentro alla ZTL:
 riutilizzare il parcheggio alla base del Bastione S. Gallo e l´estensione a tutta Via Bovio.
 adibire a parcheggio parte dell´area del vecchio distretto militare.
 adibire a parcheggio pubblico l´area già esistente in via Volta.
 stipulare una convenzione con la Regione per adibire a parcheggio l´area interna del Diritto allo Studio ed altre aree locali.
 stipulare una convenzione con l´Università al fine di adibire a parcheggio l´area in Via Filiberto.
 creare nuove aree parcheggio in Via Zamenhof (area dietro le Gondole ex-sede ASL).
 creare nuove aree parcheggio nella zona di Via delle Trincere.

2 - Incentivare l´uso della bicicletta
 Realizzare percorsi ciclabili che colleghino le zone periferiche al centro città;
 Rendere fruibili e ben mantenute le ciclabili già esistenti;
 Collegare le piste ciclabili affinché diventino dei reali percorsi alternativi;
 Creare parcheggi coperti e custoditi (bike parking) nella zona limitrofa alla stazione e in altre zone strategiche della città.
 Lo sviluppo della mobilità ciclabile non riguarda solo la viabilità nel centro storico ma vuole essere un´occasione di integrazioni con altri settori che diano un nuovo impulso allo sviluppo economico, per questo in altra parte del programma è previsto uno specifico punto su Percorsi Cicloturistici.

3 - PASS e autorizzazioni per la ZtL
 Tutte le richieste di permessi avanzate da enti, associazioni, fondazioni, società, aziende, organizzazioni varie, dovranno essere firmate dal legale rappresentante.
 Limitare la concessione di permessi per Domiciliati.
 Rivedere il sistema delle autorizzazioni temporanee per scarico - carico merci.
 Rilasciare un numero di permessi temporanei alle donne in gravidanza.
 Rilasciare un numero di permessi temporanei a nucleo familiare finalizzati alle visite da parte di parenti o amici.

4 - Viabilità
 Realizzare un sistema di indirizzamento ai parcheggi su strada per le zone limitrofe e interne alla ZtL che indichi la disponibilità di posti liberi.
 Evidenziare l´ingresso alla ZtL con un segnale luminoso se il varco è attivo.
 Vietare la circolazione e la sosta prolungata a veicoli ingombranti.
 Vietare nelle aree pedonali il transito anche alle biciclette.
 Prevedere nella ZtL che pedoni e biciclette abbiano il diritto di precedenza sui veicoli.
 Prevedere percorsi pedonali limitrofi ai parcheggi e alle fermate dei bus navetta.
 Prevedere una modifica della viabilità di alcune strade all´interno della ZtL al fine di agevolare, per chi in possesso di pass, il passaggio tra i due quartieri di S. Antonio e S. Martino per Mezzogiorno, e tra S. Francesco e S. Maria per Tramontana. Alcuni esempi: Da Via C. Maffi ingresso in Via Fedeli solo per residenti; Da P.ta S. Zeno ingresso in Via Buonarroti a doppio senso per tutti; in Via S. Bibbiena possibilità di uscita per i residenti.
 Per il quartiere di S. Maria, in vista della pedonalizzazione dell´area limitrofa a Piazza del Duomo, sarà necessario ripensare a tutta la viabilità della zona invertendo il senso di marcia di alcune strade: ingresso da lungarno in Via S. Maria con telecamera all´altezza di Via Volta, invertire il senso di marcia di Via Curtatone e Montanara che diventa strada in uscita dalla ZtL ed anche nel primo tratto di Via Roma. ..


5 - Trasporto Pubblico
 Dotare il servizio di trasporto pubblico di mezzi più idonei al centro storico sia per scarichi che per dimensioni che significa divieto di transito di bus di grandi dimensioni.
 Prevedere nel tempo l´accesso al centro storico soltanto di autobus elettrici.
 Istituire navette elettriche e/o di ridotte dimensioni per la percorribilità nel Centro Storico.
 Rivedere il sistema dei percorsi di linee urbane, la numerazione, i cartelli esplicativi presso la fermata del pullman.
 Rendere più fruibili le fermate del pullman prevedendo, dove possibile, pensiline e panchine.
 Rendere gratuiti i parcheggi di scambio in connessione con l´abbonamento al trasporto pubblico locale.
 Migliorare il trasporto pubblico di collegamento tra centro storico e le zone periferiche.


Area Pedonale - Questione S. Maria - Piazza dei Cavalieri - Piazza del Duomo
Riteniamo giusto prevedere delle zone di pedonalizzazione in alcuni scorci della città dove l´assenza di auto garantisce una scenografia che renda merito all´estetica di palazzi o piazzette.
Pensiamo all´area del Duomo e a Piazza dei Cavalieri consapevoli che si debba trovare una sintesi tra le esigenze dei residenti ed il fatto che le Piazze pisane più visitate del mondo debbano avere una zona di rispetto.
 Pedonalizzare l´area del complesso monumentale di piazza dei Miracoli e zone limitrofe: da Piazza Cavallotti a Piazza del Duomo fino a una parziale chiusura di Piazza dell´Arcivescovato.
 In un immediato futuro si riterrà opportuno avviare anche la pedonalizzare di Piazza dei Cavalieri.

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi informativa privacy  obbligatorio