17 Giugno 2019

[]
documenti

CORSI DI STUDIO INERENTI LA CULTURA ROM NELLE SCUOLE DI PISA

01-11-2015 - 122,00 KB - Documenti Generici
icona relativa a documento con estensione ppt CORSI DI STUDIO INERENTI LA CULTURA ROM NELLE SCUOLE DI PISA

Mercoledì 28/10 in 3 commissione abbiamo ripreso il discorso sulla Nostra interpellanza sui CORSI DI STUDIO INERENTI LA CULTURA ROM NELLE SCUOLE DI PISA.
Ho esordito dalla domanda con cui ci eravamo lasciati : "A che punto siamo con la cultura italiana nei confronti di questi bambini rom ...italiani?"
Le responsabili della Società della Salute Pellino e Nucci, che hanno affiancato nelle risposte le due assessore Chiofalo e Capuzzi, hanno fatto pervenire alla commissione un documento dal quale possiamo capire che questi corsi vengono fatti con varie modalità da quasi 10 anni, che mediamente si è speso 120 mila€ all´anno dal 2006, che i bambini rom frequentano in media per non più della metà dei giorni di scuola perché, ci hanno detto, "la nostra scuola è lontana da quello che dice la cultura rom" un concetto che nella discussione apertasi ho ribadito come sia da ribaltare subito: è la cultura rom che è lontana dalla nostra scuola!
I dati forniti si fermano alle iscrizioni alla scuola secondaria di II° grado, non si sa per esempio quanti diplomati delle scuole superiori ci possano essere, non si distingue tra bambini e bambine, sapendo che quando le bambini diventano "adulte per la cultura rom" a scuola non ci vanno più...
Poi mancano dati sui risultati che comparino le classi che hanno all´interno bambini rom con altre che non li anno, anche riferiti alle prove INVALSI realizzate nelle scuole, dati oggettivi che verranno forniti alla commissione in futuro con l´utilizzo dei dati dell´Osservatorio Scolastico Provinciale in via di ridefinizione.
Ho chiuso l´intervento dicendo che il Nostro atto ispettivo ha avuto il pregio di portare alla luce la questione, apparsa solo sulla stampa nazionale, la cronaca locale era forse distratta dalla campagna elettorale per le regionali.
I dati che abbiamo sono però sufficienti per dare una interpretazione politica che vede il fallimento dei progetti legati a quello di "Città Sottili" con l´effetto calamita procurato è stato devastante per una piccola città come Pisa.
I campi e le presenze sono cresciuti in modo considerevole e spesso sono fuori controllo
Quindi, come abbiamo dato prova, siamo disponibili al serio confronto che porti al superamento dei campi rom nel nostro territorio.
Ho avuto modo di ringraziare l´assesora Capuzzi per il lavoro svolto circa la chiusura del campo rom della Bigattiera, ricevendo da Lei stessa un positivo riscontro rispetto al comportamento serio tenuto da Noi Adesso Pis@ nella vicenda.

Maurizio Nerini NOI ADESSO PIS@
in allegato la presentazione PTT del docuneto della SDS

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi informativa privacy  obbligatorio